mercoledì 16 luglio 2014

New Review | THEE ELEPHANT "Thee Elephant"


Voto
01. In Love Again
02. The Fool
03. Orpheus
04. Hole in the Road
05. I'm a Loser
06. That's Beyond the Pale
07. Go to Spain
08. Here for You
09. Home
10. Summerwind

Bomba Dischi
2014
Website

THEE ELEPHANT - "Thee Elephant"

Barba e capelli signori. Non è l'incipit di un coiffeur, ma l'elemento principale dei Thee Elephant. Tanta barba e tanti capelli. Tanta West Coast e tanta erba da fumare. Il loro violent surf è più Beach Boys sound mescolato ad aromi prettamente British, che Phantom Surfers. I Blur con metanfetamina in corpo, per capirci. Bomba Dischi pubblica questo esordio che conferma i propositi dell'etichetta: puntare dritto verso un rock para-mainstream e paraculo. Senza perdere un'oncia di qualità.
I nostri hanno ascolti ad ampio raggio. Si sentono echi di Beatles nella coda di "Orpheus" (bella l'idea di stratificazione delle voci) e accenni New Wave da confine americano nella seguente "Hole in the Road". Sono bravi e sanno maneggiare la materia. E dimostrano una cura per gli arrangiamenti molto particolare. Quando la battuta scende e il bicchiere si riempie ("I'm a Loser", "Here for You", "Summerwind") non diventano stucchevoli. Anzi. L'ambiente si riscalda maggiormente e le donne ve la mostreranno. L'importante è colpire prima che il ritmo torni violent come nel riff kravitziano di "In Love Again" o sinuoso come serpe tra l'erba alta di "Go to Spain", Sixties e benefica.
Facciamo come da loro consiglio: abbandoniamo l'amore, abbandoniamo l'innocenza e la purezza, abbandoniamo la semplicità. E lasciamoci cullare in questo mare.



Eugenio Di Giacomantonio

Nessun commento:

Posta un commento